marchini
Workshop Antiche Tecniche di Stampa

Sabato 16 ore 15,30 e Domenica 17 ore 16,30 – Senigallia Foro Annonario

Massimo Marchini, fotografo ed appassionato ricercatore e sperimentatore delle antiche tecniche di stampa, svela di segreti del complesso procedimento di stampa dell’ambrotipo, la vecchia pescheria del Foro Annonario, ospiterà le attrezzature per la stampa secondo le antiche tecniche, sarà disponibile anche una camera oscura portatile.

L’ambrotipo è basato sull’uso del collodio, steso su una lastra di vetro. Si immerge la lastra di vetro in una soluzione a base di nitrato d’argento. Poi la lastra viene esposta alla luce prima che si asciughi. Dopo l’esposizione si passa allo sviluppo e al fissaggio. Infine si esegue la laccatura in nero della lastra. Così trasformando il negativo in ambrotipo. Oppure si colloca la lastra su un panno nero. Le immagini negative  su vetro possono anche  essere stampate a contatto per produrre immagini positive. La scoperta dell’ambrotipo, o lastra al collodio umido  si attribuisce a Frederick Scott Archer. Siamo nel 1850. Frederick Scott Archer morì nel 1854.

------------------------------------------------------------------------------------------------

Il Foro annonario, in pieno centro cittadino, è un’armoniosa struttura neoclassica in laterizio, a pianta circolare, è stato progettato nel 1834 dall'architetto senigalliese Pietro Ghinelli. E' caratterizzato da un portico con ventiquattro colonne in stile dorico ed ospita il quotidiano, pittoresco mercato di pesce, frutta e verdura. Al centro della piazza le bancarelle con i colorati e saporiti prodotti dell'orto, mentre all'ombra del porticato, al riparo dai raggi del sole che la raggiungono solo al tramonto, la pescheria.